6 per Andrea,

diciassette per +diunsognobiketeamzevio, più tre aggregati,

era così composta la spedizione a Jesolo per partecipare a questa manifestazione.

Ma diciamolo chiaramente, due erano gli intenti con i quali si è preso parte a questo week-end: divertirsi in gruppo e …….. battere gli Omap.

Primo obbiettivo: divertirsi. E’ ormai diventato naturale. Non ce la facciamo più a non divertirci. formule collaudate, con famiglie o senza, con biciclette o senza, con salame o senza, che importa?Sembra che non ci sia nostalgia per quanti sono rimasti “nell’altro gruppo”, per coloro che non hanno creduto nel nostro progetto (per fortuna).

Comunque: arrivo del potente mezzo +diunsognobiketeamzevio a Jesolo in orario con il ritardo stabilito. Chiaramente eravamo in ritardo, e questa volta neanche per colpa del doc!!!!!! Appena il tempo di posare le valigie in stanza, mettere il costume e via in spiaggia. Bagnetto nelle limpide acque del mare adriatico, ci si vedevano anche le ginocchia, i piedi? No, quelli no, e poi via di coltello. Che non è un modo di dire, ma un modo di fare: in men che non si dica panini e salame erano pronti per essere divorati. A che ora? Quando l’orologio ha battuto le 12 stavamo già mangiando, e mentre tutti erano girati a guardare il mare tre botti hanno squarciato la quiete della spiaggia: spumante e lambrusco a fare invidia a tutti i bagnanti, paura e terrore negli occhi dei bagnini che temevano un nostro bagno dopo il generoso pranzo.

Am7OryXSX8FDjkqJEocNZY9Htxdj2saEOPwv4CSTRVDnAia0JfM8-OLpHPlOEPbICtMJQDVfLZ4xi5IsGrLgEf_p

Pomeriggio in relax a smaltire le abbondanti libagioni, forse neanche tante abbondanti, visto che un paio di ATLETI si sono recati in visita alla Capannina (luogo molto frequentato poi anche dal resto del gruppo).

Alq1vJ19NJRa1LI7JJfTELrIBdxLVulldzezOFeHi0EB

Sempre gli stessi ATLETI che a mezzanotte si sono fiondati in friggitoria a tappare quel piccolo buchetto con pesce fritto e birra media.

AuS9kTnht-8Quom9OlauEJF1tVqa2swYRSBpQVz5lhXG

AqmTvGpOrr3MeRVk_voeS5Rlz5h4UlJDn4zGYeyki8Zj

Secondo obbiettivo: battere gli Omap. Riga bianca???? Vergogna ????? Può una squadra non provare le partenze? Non allenarsi insieme? Non sapere che se si cambia a bici ferma e si pedala indietro (anche con la bici in movimento) la catena cade?  Una squadra che non si scalda insieme come può sapere i punti deboli dei suoi componenti sul percorso? Una squadra che non va a spumante, lambrusco, salame e pesce fritto non è una squadra. E comunque carta parla villan dorme: un minuto e 20 secondi se li sono presi e se li sono tenuti, catena o non catena……..

Trova le differenze:

+diunsognobiketeamzevio: Belli, Uniti, Compatti: PERFETTI.

e per il 2016 tutti a Feltre. Si alza l’asticella ragazzi: 24 ore tutti insieme, un record di sopravvivenza!!!!!! Preparatevi (questo è un avviso per gli altri, non per noi. Noi insieme ci stiamo sempre).

Vs Amabile Spina (o Supremo)

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *