Che giornata!!!
Che l’Italia sia varia e bella è un aspetto che il mondo ci invidia .
Paesaggi, persone, calore umano storia: nessuno ne ha più di noi.
Passare oggi in certi paesini con il tempo fermo al 1950 ha fatto capire che passato e attualità sono solo fattori temporali .
Il caffè con granatina ad Acitrezza con il traffico bloccato dai carri di

carnevale ha avuto un sapore diverso, di pace e di relax con le persone incuriosite dal nostro aspetto e forse di più dal nostro accento (speriamo non dal nostro odore).
La strada da Acitrezza a Nicolosi ci ha portato indietro nel tempo, con una signora, anzi una nonna, che attirata dal trambusto creato dal nostro modo di fare ( casino) ha chiesto se eravamo del giro d’Italia: come dire di no ad un sorriso formato da soli due denti. Si siamo del giro!!!
Trambusto, nervosismo, parole grosse : la stanchezza e la fame avanzano e dobbiamo ancora iniziare la salita .
Siamo a Nicolosi . Panino, coca. Già meglio, possiamo ripartire .
Nicolosi il portale dell’Etna, un avviso, un monito, un consiglio (andatevene finché potete). Qui iniziano i diciannove km che portano al rifugio Sapienza , strada provinciale 92, e chi se la scorderà mai!!!!
Traffico, caldo, fatica, vento e cosa di più ? Le gambe stanche da ieri ci mettono pure il carico da 90.
Ma cosa ci ripaga tutta questa fatica?
La soddisfazione di essere qui a 1900 metri con lo sky line di Catania e il mare davanti ai nostri occhi, ma di più ancora sentirsi chiedere da turisti se siamo dei professionisti, perché probabilmente vederci arrivare con ammiraglia e divise ha fatto pensare loro questo.
No siamo amatori e amanti .
Lunga discesa, anche troppo lunga e poi a casa.
107 chilometri, 2400 metri dislivello, ecco la nostra impresa.
Che brindisi, che compagnia : bottiglietta di Durello 60 mesi, frittata e sarde, risate e amarcord della giornata: ti ricordi di…. .
Mentre il barbecue si scalda, mentre la pasta è pronta, mentre …..
Ma dove andremo in gita nel 2018???
Perché ormai ci siamo , parte il conto alla rovescia .
Dove andremo a posizionare il gagliardetto?
Non lo so!!!
Anzi lo so, ma dirvelo ora toglierebbe un certo non so che ad un anno di attesa.
Domani caffè e granita a Taormina .

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.