GIRO DELLA MORTE (GDM)

Il GIRO DELLA MORTE è una sfida contro il tempo che diventerà una classicissima cronometro a squadre del mercoledì.

L’appuntamento è alle ore 18.15 18.25 in piazza a Zevio per la formazione delle squadre che saranno composte da un minimo di 3 fino a un massimo di 5 componenti. Le squadre devono essere composte dal minor numero possibile di corridori, quindi in caso si fosse in 9 si comporranno 3 squadre.

La partenza alle 18.20 18.30, e nel caso di più squadre sarà scaglionata ad intervalli di un minuto, facendo partire per prima quella presumibilmente meno favorita. In caso di raggiungimento e superamento da parte della squadra che insegue, non è permesso sfruttarne la scia.

Il percorso ufficiale del GIRO DELLA MORTE è lungo 30Km: Zevio – Bosco – Palù – Oppeano – Ca’ Degli Oppi – Villafontana – Vallese – S. Maria  – Zevio.

Giro della morteIl cronometro parte in prossimità della curva che immette sul rettilineo del cimitero (con partenza lanciata) e si ferma in prossimità  dell’incrocio con la Rochesana all’altezza del Verde Europa.

Per gli iscritti al Più di un Sogno Bike Team Zevio, verrà stilata una speciale classifica a punti che saranno così distribuiti per ogni assalto al record:

  • Un punto per ogni partecipazione (attiva).
  • I componenti della squadra che migliorerà il record stagionale si divideranno 5 punti bonus (in questo modo battere il record in 3 assegna un punteggio maggiore che batterlo in 5)
  • un punto extra al migliore di ogni squadra (scelto dai propri compagni)

Vista la natura goliardica della sfida, e visto che non si vince niente, non saranno richieste prove specifiche per omologare un assalto, ma ci fideremo della vostra parola, mentre su Garmin Connec e su Strava potete trovare i segmenti ufficiali.

NB: La strada è aperta al traffico quindi si devono rispettare le regole del codice della strada: se la sfortuna vi fa trovare impedimenti o rallentamenti sul percorso, vorrà dire che farete il record al prossimo tentativo. Il Più di un Sogno Bike Team non è responsabile di qualsiasi cosa possa succedere durante gli assalti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *